Le stelle amiche-My story

 
Le stelle amiche-My story
Secoli prima, quando ancora ero una bambina ingenua, una bambina con un cuore vero, un cuore destinato a grandi cose, come spesso mi ripeteva mia madre, avevo avuto il coraggio di fare una cosa, quella grande cosa che se ora dovrei ripetere, non farei. Mia madre all’epoca, la mia vera madre, era malata, aveva dei disturbi bipolari che ancora oggi non riesco a capire. In realtà, mi rifiuto di capire. Ma fatto sta, che questo disturbo non le permetteva di vivere con tranquillità. Aveva spesso delle crisi di pianto, ed io me ne restavo lì a guardarla, a cercare di capire cosa non andasse, difficile da fare per una bambina di soli 5 anni. E mi sentivo inutile, anche se ero molto piccola. Ero stata abituata a starmene sempre per fatti miei e non chiedere nulla a nessuno, perché mia madre mi diceva che degli altri non bisogna mai fidarsi. E io l’ascoltavo, perché pensavo che una madre sa sempre ciò che è giusto, anche se è malata. A scuola non avevo nessun’amica con cui parlare, o meglio, giocare. E stavo da sola, a fare i miei bei disegnini senza senso che però, se ora ci penso, credo volessero dire il disordine interno di una bambina triste. A casa le cose non erano assai diverse, mio padre aveva abbandonato mia madre quando io non ero ancora nata. In realtà però quello che aveva abbandonato mia madre, non era mio padre ma era semplicemente il marito di mia madre all’epoca. Io ero nata da uno di quei tanti uomini con cui era stata nelle due settimane dopo che suo marito l’aveva lasciata. Due settimane, sì. Perché poi scoprì di essere incinta. Due settimane, ma tanti, tanti uomini. Fu quello il periodo in cui mia madre peggiorò nei suoi disturbi. L’unica cosa che la portava avanti, era il pensiero che se si sarebbe suicidata avrebbe ucciso anche la bambina che portava in grembo. Mi amava, ma non amava la persona, qualsiasi essa fosse, con cui mi aveva messa al mondo e di conseguenza ogni volta dopo la mia nascita, che lei mi guardava in faccia ricordava quegli uomini e ricordava il periodo di disperazione di quei giorni. Perciò, con me ancora piccola scappò e ci trasferimmo a Barceellona. Lì le cose andarono meglio per un po’. Quando mia madre non si sentiva bene, con me c’era sempre zia Ann. In realtà non era la mia vera zia, ma un’amica della mamma conosciuta nel nuovo paese. Le cose peggiorarono quando compii 12 anni. Mia madre in quel periodo stava sempre peggio. Prendeva una gran dose di farmaci e dovetti occuparmi di lei e stare attenta che prendesse sempre le medicine. Anche a scuola io andavo male, ed ogni volta che chiamavano mia madre per parlare dei miei voti mi vergognavo. Non solo di far sapere a mia madre che non ero brava, perché lei voleva il meglio per me, mi vergognavo anche perché non volevo mi prendessero in giro per avere una madre così brutta e sbandata. Era una cosa stupida pensare così, ma non potevo farci nulla. In quello stesso anno mia madre si suicidò. Quando tornai a casa da scuola l’ambulanza la stava per portare via. Appena mi dissero ciò che era successo buttai lo zaino a terra e corsi via. Corsi per le strade del paese, di quello schifoso paese, senza sapere dove andare. Fino a quando sfinita mi sedetti su una panchina del porto. Mia madre non c’era più. Piansi per ore. Le lacrime mi bagnavano il viso come fossero gocce di sangue. Le guancie mi bruciavano, la testa mi sbatteva contro il cranio velocemente. Quei dannati colpi. Ogni volta che cercavo di asciugarmi le lacrime mi arrendevo. Non smettevano di uscire. Non riuscivo a fermarle. La testa continuava a colpirmi il cranio. Uno, due tre colpi. Le lacrime erano ancora lì. Il sole svanì solo per metà dietro il mare. Tutto si colorò di rosso, rosso sangue. Non riuscivo a controllare il corpo. Persi il controllo di tutto. Mi alzai, volevo cercare di ammirare il tramonto come facevo con la mamma i primi giorni che eravamo andate in quel dannato posto. Alzai finalmente la faccia. Mi pulii inutilmente il viso con il polsino di quella camicia che avevo rubato a mia madre quella stessa mattina. Un ultimo respiro prima che le lacrime mi riempissero di nuovo gli occhi. Mia madre non c’è più. Mia madre non tornerà. Non la vedrò più. Quell’ultima consapevolezza prima di lasciarmi svenire e lasciarmi cadere in quell’acqua limpida. In quell’acqua che avrebbe risanato tutte le ferite. Anche allora Spica, la mia stella, era lì.
Palavras-chave:
 
LoLa_093
criado por: LoLa_093

Avaliar esta fotografia:

  • Atualmente 4.8/5 estrelas.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

20 Votos.


Compartilhar este Blingee

  • Facebook Facebook
  • Myspace Myspace
  • Twitter Twitter
  • Tumblr Tumblr
  • Pinterest Pinterest
  • Compartilhar este Blingee mais...

Atalho para esta página:

 

Carimbos de Blingee usados

21 ilustrações foram usadas para criar esta imagem de "sonny tra le stelle".
Simple Black Pattern
Sky clouds blue
ZIMA WINTER TRANSPARENT
RAMCIA FRAME  TRANSPARENT BORDER BLUE
White clouds overlay
landscape lake sky moon forest ©dK
Transparent Face =^-^=
Background blue
island esme fantasy blue honeymoon ©dK
c
RAMCIA FRAME  GLITTER  BORDER WHITE
LATO BIRD VALENTINE TRANSPARENT
WINTER ZIMKA TRANSPARENT CHRISTMAS SPARKLE WHITE FRAME
fondo rossi_61
Ramki BORDER frame  ANIMATED
Animated background silver
c
c
Teal blue glitter
Animated background blue
Simple Dark Blue Pattern
 
 

Comentários

lunastella4

lunastella4 disse:

3009 days atrás
;)
vally678

vally678 disse:

3028 days atrás
bll
Yvonall

Yvonall disse:

3028 days atrás
….... ,,,,
.....٩(ړײ)۶
......(.▓.).
.......╝╚.. ♥
 ******UNA HERMOSURA******** 
skylady12

skylady12 disse:

3028 days atrás
So beautiful and touching!!!! Wonderful creation!!!5*****
Deleted_avatar

carlasdgt disse:

3028 days atrás
╔♥═╗╔╗
╚╗╔╝║║♥═╦╦╦═╗
╔╝╚╗♥╚╣║║║║╠╣ 
╚═♥╝╚═╩═╩♥╩═ IT !!!
BELLISIMO!!!! 5✯✯✯✯✯ GOOD NIGHT!! SUPER..!!
lilli611

lilli611 disse:

3028 days atrás
splendido +5*
nermai

nermai disse:

3028 days atrás
oooh!
it's sooo gorgeus! ^^
+5*!!!
21♥LoVe♥29

21♥LoVe♥29 disse:

3028 days atrás
Wow.

Non so che dire.

A parte il fatto che il blingee è bellissimo voglio dirti il mio pensiero sulla storia.

Mi è piaciuta davvero tanto,mi ha emozionato perchè sembrava vera,davvero un ottimo lavoro che tiene incollati allo schermo e fa venire le lacrime agli occhi 

5*

Gostaria de fazer um comentário?

Inscreva-se no Blingee (e abra um conta grátis),
Login (se já for membro).

Nossos parceiros:
FxGuru: Special Effects for Mobile Video